TecnoGlossario

ADB: Android Debug Bridge. Uno strumento utilizzato per la connessione e l’invio di comandi al vostro telefono Android da un computer desktop o portatile. Ciò avviene tramite riga di comando (DOS), il tutto serve per modificare il sistema.

Accelerometro: E’ uno strumento che misura l’accelerazione di un corpo.

Negli smartphone permette la rotazione della schermata e l’utilizzo di giochi.

AMOLED (Active Matrix Organic Light Emitting Diode): In sostanza, una display molto colorato, luminoso, con colori forti e accesi. 

Amon Ra: Sviluppatore di una famosa Custom Recovery per Android (Per sapere cos’è una “Custom Recovery” leggete più giù.) 

Android: il sistema operativo mobile open source di Google. E ‘utilizzato principalmente negli smartphone, ma si trova anche nei Tablet, Mobile Internet Devices (MID) o anche in elettrodomestici da cucina e di navigazione automobilistica.

Android Market: Il nome originale del grande negozio di Google per le applicazioni Android. Rinominato in Google Play nel marzo 2012. 

AOKP: (Android Open Kang Project) Un gruppo che prende il codice di Android open-source e lo compila con altre personalizzazioni per più dispositivi. 

AOSP: (Android Open Source Project) Quando si parla di Android di essere “open source”, questo è ciò di cui stiamo parlando. Si tratta di un repository del codice rilasciato da Google, che può essere scaricato e compilato da chiunque. (Se si sa come farlo.) Quando si parla di una Rom Aosp, significa che è stata sviluppata dai sorgenti Android di Google, e non dal codice del firmware del produttore di turno.

AOT (Ahead-Of-Time): è il nuovo compilatore usato Art per precompilare le applicazioni in fase di installazione.

Apk: L’estensione del file di un’applicazione Android.

APN: acronimo di Access Point Name. L’Access Point Name è il nome di un punto d’accesso per la connessione da dispositvi mobili.

App drawer: Con questo termine si indicas il menù applicazioni dove si trovano i collegamenti di tutte le App installate..

App/Apps: Abbreviazione di “applicazione”. Ovvero Il programma che scarichiamo e che eseguiamo su uno smartphone, questo può essere gratis o a pagamento.

Apps2sd: Un metodo non approvato di memorizzazione delle applicazioni sulla scheda microSD del dispositivo. Un metodo ufficiale fu stato incluso in Android 2.2, rendendo questa versione discutibile.

ART (Android Run Time): è il nuovo runtime di Android introdotto con kitkat 4.4. Essendo rilasciato in via sperimentale non è attivo di default ma lo si può usare, al post della dalvik, andando in impostazioni==>opzioni sviluppatore==>seleziona runtime. A differenza della dalvik, che compila le applicazioni prima di eseguirle ogni volta (JIT – just-in-time), questo runtime le precompila durante l’installazione (AOT – ahead-of-time), questa differenza fa si che le applicazioni partono in modo molto più veloce. Inoltre non dovendo eseguire la compilazione ad ogni startup si noterà anche un minor consumo di batteria e di memoria.

AT & T: Una delle quattro principali vettori degli Stati Uniti.

Baseband o Radio: E’ la parte del software atta a gestire tutte le comunicazioni del dispositivo (telefono, wifi, bluetooth, gps ecc…)

Bloat (ware): Applicazioni solitamente non desiderate che sono precaricati su un dispositivo. E ‘un po’ soggettivo giudicare se un’applicazione sia o meno un bloatware, e il rovescio della medaglia è che queste applicazioni sono ciò che permettono ai vettori di vendere i telefoni e tablet a prezzi agevolati.

Boot Loop: Con questo termine ci si riferisce al problema che spesso i vari utenti smanettoni provocano (erroneamente), ovvero il continuo ed infinito riavvio del dispositivo, il quale è incapace di avviarsi correttamente, fermandosi sempre allo stesso punto del caricamento dell’OS e ripartendo cobn il riavvio.

Brand: Con questo termine ci si riferisce ai cosiddetti telefoni brandizzati, ovvero commercializzati da un determinato operatore, che spesso oltre a commercializzare il device ne personalizza pure il firmware.

Brick: Il brick di un dispositivo è il renderlo inutilizzabile per qualche errore nel seguire qualche procedura delicata o perché semplicemente qualcosa è andato storto. A quel punto il dispositivo diventa un costoso mattoncino (da cui il termine “brick”), buono al più per fare da fermacarte.

Bluetooth: Nelle telecomunicazioni Bluetoot è uno standard tecnico-industriale di trasmissione dati per reti personali senza fili (WPAN: Wireless Personal Area Network). Fornisce un metodo standard, economico e sicuro per scambiare informazioni tra dispositivi diversi attraverso una frequenza radio sicura a corto raggio

Bootloader: In informatica il bootloader è il programma che, nella fase di avvio (boot) del computer, carica il kernel del sistema operativo dalla memoria secondaria alla memoria primaria, permettendone l’esecuzione da parte del processore e il conseguente avvio del sistema. Il termine deriva dal fatto che il processo di avvio di un computer viene chiamato bootstrap (dal detto inglese to lift oneself by one’s own bootstrap, “tirarsi su per le fibbie degli stivali”). Nel caso di più sistemi operativi installati sulla stessa macchina, il caricamento da parte del boot loader è preceduto dalla selezione del sistema operativo desiderato da parte dell’utente tramite il boot manager.

BusyBox: E’ un software libero, rilasciato sotto la GNU General Public License, che combina diverse applicazioni standard di Unix in un piccolo eseguibile. A volte sui nostri cari smartphone android tale programma è indispensabile per il corretto funzionamento di alcuni particolari programmi.

Cache: E’ una memoria informatica temporanea, non visibile al programmatore, che memorizza un insieme di dati che possano successivamente essere velocemente recuperati su richiesta. L’origine del nome deriva appunto dal fatto che la memoria cache ed il suo utilizzo sono trasparenti al programmatore, quindi “nascosti” allo stesso. I dati salvati in questa non sono fondamentali, e possono essere eliminati senza compromettere il corretto funzionamento del sistema.

Certificato digitale: Codice crittografato rilasciato da un ente autorizzato, e usato per verificare lo scambio delle rispettive chiavi pubbliche tra due enti.

Clockwork: Sviluppatore di una famosa Custom Recovery per Android (Per sapere cos’è una “Custom Recovery” leggete più giù.)

Csc (Country Sale Code): E’ quella parte del firmware che può contenere tutte le personalizzazioni software dell’operatore telefonico del paese a cui è destinato, e indica la provenienza del firmware stesso e di conseguenza quella del device.

Cyanogenmod: Team che sviluppa l’omonima custom rom. Le rom CyanogenMod sono basate su Android “puro” senza personalizzazioni delle varie case e consentono di portare l’ultima versione di Android disponibile anche su terminali non più supportati dai produttori.

Cloud Computing: consente di utilizzare le risorse della rete per aumentare la potenza del nostro terminale. Comprende molte voci quali la memoriizzazione dei dati o l’utilizzo di pc remoti per l’aumento della potenza di calcolo.

Cupcake: Versione 1.5 di Android. Prima relaise ufficiale del sistema operativo avvenuta nell’ aprile 2009.

Crittografia: Procedura di codifica dei dati atta ad impedire che il contenuto di una trasmissione dati possa essere recepito ed utiizzato da altri.

Custom Recovery: ( o recovery modificata) è una particolare funzionalità che oltre alle operazioni della recovery originale, permette di installare custom rom (firmware modificati) come la CyanogenMod, installare vari hacks, fare backup ecc.

Dalvik Cache: E’ la Cache scrivibile che contiene il bytecode ottimizzato di tutti i file apk (applicazioni) presenti nel proprio dispositivo Android, questa permette di caricare più velocemente le applicazioni e di avere prestazioni migliori.

DDMS: Dalvik Debug Monitor Service, software che pemette di eseguire il debug del software in esecuzione su un telefono connesso tramite ADB.

Debug USB: E’ una modalità di collegamento di Android al PC che serve agli sviluppatori e agli utentismanettoni in generale per poter accedere al telefono a livello di sistema e apportare varie modifiche.

Deodex/Deodexed:  processo atto a ricomporre i file apk delle varie applicazioni. Nei firmware stock parte delle informazioni dell’applicazione vengono estraplate e files chiamati “classes.dex”, Il processo di deodexing di una rom serve a ricomporre i files in modo da avere tutte le informazioni delle applicazioni in un unico posto, questo consente di poter modificare gli apk e i temi in modo semplice e senza rischi di conflitti. L’unico svantaggio riguarda i tempi di avvio (in particolarmodo il primo) che tendono ad allungarsi perché il sistema deve recuperare le informazioni necessarie ad avviarsi andando ad aggiornare la Dalvik Cache.

DLNA: (Dynamic Living Network Alliance)E’ Un metodo per lo streaming wireless di foto e video dallo smartphone al televisore.

Direct Push Technology: sviluppata da Microsoft, consente la sincronizzazione istantanea di messaggi, contatti e calendario sui dispositvi.

Donut: Versione 1.6 di Android.

Seconda relaise ufficiale del sistema operativo avvenuta nell’ Ottobre 2009.

Downgrade: Ritornare alla versione precedente.

Download mode: Modalità particolare, la quale permette di poter installare (flashare) un firmware tramite Pc.

Eclair: Versione 2.0-2.1 di Android. Terza relaise ufficiale del sistema operativo avvenuta nel gennaio 2010.

Emulatore: software che permette di simulare un dispositivo (o un Sistema Operativo) all’interno di ambiente diverso. Utile principalmente agli sviluppatori per testare le appliazioni.

Factory restore/reset: Vedi più giù la voce “Hard reset”.

Fastboot: Un’altra modalità simile al bootloader, da cui si può flashare manualmente i componenti di basso livello su un telefono.

Feature: In parole povere il termine si può tradurre in Caratteristiche. Quando ad esempio diciamo questo telfono ha diverse feature significa che ha tante opzioni e caratteristiche.

Firma digitale: La firma digitale assicura che il file che si sta installando non sia stato modificato succesivamente la sua creazione.

Firmware: Indica ilsoftware comlpleto del telefono.

Flash (Flashare): Con questo termine ci si riferisce all’installazione di una rom o di un Firmware.. Quindi dire ho flashato una rom significa Ho installato una rom.

FC: Abbreviazione di “Force Close” (Chiusura Forzata), ciò si riferisce ad un’applicazione che va in crash e termina di funzionare.

Force Close (FC): Chiusura forzata di un’applicazione.

Froyo: Versione 2.2 di Android. Quarta relaise ufficiale del sistema operativo avvenuta nel maggio 2010.

FullHD : risoluzione corrispondente a 1920×1080 pixel.

GE (Google Experience): Con questo termine si indicano quei telefoni che hanno il software interamente e solamente sviluppato e ottimizzato da Google, senza avere alcuna altra personalizzazione esterna,

Gapps: Il termine sta per Google Apps. ( Maps, You tube, Gmail,Play Store ecc.)

Gingerbread: Versione 2.3 di Android. Quinta release ufficiale del sistema operativo.

Giroscopio: E’ quel sensore che serve per capire la posizione del telefono e di conseguenza ruotarne l’immagine al dritto rispetto all’asse verticale di lettura.

Gold Card: è una particolare microSD utilizzata in alcuni terminali Android per poter flashare dati non certificati. Si utilizza generalmente per sbrandizzare terminali come quelli venduti da T-Mobile.

Gmail: servizio di posta elettronica web-based di Google

Google: Il nostro benevolo signore, e proprietario di Android.

Google Now: Un avanzato software di assistenza personale intelligente della società Google Inc. per la piattaforma Android e iOS. Offre informazioni tempestive, come ad esempio aggiornamenti meteo, i tempi di transito e luoghi, tempi di viaggio quando vai in giro ecc.

Google Play: E’ il negozio online di Google per film, musica, applicazioni, giochi e libri. Prima si chiamava Android Market, ma poi fu rinominato così il 6 marzo 2012.

Google TV: Annunciato alla conferenza Google IO nel maggio 2010, è una combinazione di hardware e Android che dispone di un browser web completo e applicazioni Android, e li combina con il video che è disponibile on-line – Youtube, televisione, ecc

Gorilla Glass: Famosissimo vetro antigraffio realizzato dall’azienda Corning, utilizzato su un numero sempre più vasto di smartphone e tablet.

Governor: E’ un driver per la frequenza della CPU. Come suggerisce il nome è lui che decide quando andare alla massima frequenza o alla minima e quanto veloce deve raggiungere la max/min frequenza (ramping). Tutte queste variabili incidono con il consumo della batteria e con la velocità del sistema. Ci sono molti tipi di Governors, ogniuno con differenti caratteristiche.

GPRS: Il GPRS (General Packet Radio Systems) è un tipo di connessione dati per dispositivi mobili.

GPS (Global Positioning System): Utilizza una costellazione di satelliti nello spazio per trovare la vostra posizione sul terreno.

GPU (Graphics Processing Unit): Processore che si occupa della parte grafica.

GSM: Uno dei due standard di maggiore uso e diffusione per le comunicazioni di telefonia cellulare. Viene utilizzato da AT & T e T-Mobile negli Stati Uniti, e dalla maggior parte dei vettori in tutto il mondo.

Hack (Hacking): Modifica del sistema Android per aggiungere personalizzazione, funzionalità, o bypass le restrizioni del proprio produttore di smartphone o tablet.

Hard Reset: L’atto di ripristinare il telefono allo stato di “fabbrica”. Cancella tutti i dati utente, login e password. Può o non può cancellare ciò che è sulla memoria interna o sulla scheda microSD.

HD: risoluzione corrispondente a 1280×720.

HSDPA: L’HSDPA (High-Speed Downlink Packet Access) tipo di connessione dati per dispositivi mobili ad alta velocità, superiore a 3G.

HSPA: L’HSPA (High-Speed Packet Access) tecnologiai che migliora la velocità a cui è possibile inviare e ricevere dati da e per il proprio dispositivo mobile.

HSUPA: L’HSUPA (High-Speed Uplink Packet Access) è un tipo di connessione per dispositivi mobili che offre la possibilità di avere velocità di download e upload molto elevate grazie all’ottimizzazione dell’uso dell’ampiezza di banda.

HVGA: (Half-size Video Graphics Array) risoluzione corrispondente a 480 x 320 pixel.

HBOOT: la parte relativa il boot del telefono

HoneyComb: Versione 3.X di Android. Sesta relaise ufficiale del sistema operativo dedicata solo ai Tablet.

Ice Cream Sandwich: Versione 3.0 di Android. Settima relaise ufficiale del sistema operativo.

IFA (Internationale Funkausstellung): Annuale show dell’elettronica condotto a Berlino, Germania.

IMEI (International Mobile Equipment Identity): In sostanza un numero di identificazione univoco assegnato a ogni telefono.

Jelly Bean: Versione da 4.1 a 4.3 di Android. Ottava relaise ufficiale del sistema operativo.

JellyBean: nome utilizzato per indicare le versioni 4.1.x e 4.2.x di Android.

JIT (Just-in-Time): Rilasciato con Android 2.2, si tratta di un metodo che accelera notevolmente le applicazioni in Android sul lato software. (nuova definizione: è il compilatore usato dalla dalvik cache per compilare le applicazioni. Viene usato ogni volte che viene aperta una applicazione)

KitKat: nome utilizzato per indicare le versioni 4.4.x di Android

Kernel: E’ il cuore di qualsiasi sistema operativo e si occupa della gestione dell’hardware. Android usa un Kernel Linux modificato ed è interamente open source (ovvero il codice sorgente è liberamente disponibile e modificabile)

Lag: o Ritardo, non è altro quel fenomeno per il quale all’apertura di applicazioni o menù lo scorrimento delle pagine o la visualizzazione di animazioni presenta scatti o micro scatti.

Launcher: La parte dell’interfaccia utente Android che permette di lanciare le applicazioni, fare telefonate, ecc ed è incorporata in Android, ma se ne possono scaricare tanti altri con svariate e diverse feature dal play store.

Leak: Sta ad indicare tutti quei firmware Samsun trapelati per vie non ufficiali, cioè diffusi da terze parti senza alcuna autorizzazione da parte del produttore.

Linux: Una variante open source di Unix, che viene utilizzato come sistema di base sui dispositivi Android.

Live wallpapers: sfondi animati introdotte da Android 2.1.

Lock Screen/schermata di sblocco : è quella schermata che serve per non premere accidentalmente i tasti quando non si usa il telefono oltre dare la possibilità di impedire l’utilizzo del terminale a non autorizzati.

Micro USB: connettore standard per dispositvi mobili (e non solo) utilizzato per lo scambio dati via pc e per la ricarica.

LTE (Long-Term Evolution): È considerato uno dei “veri” metodi di dati 4G (anche se tecnicamente non lo è). il primo ad utilizzare questa tecnologia fu Verizon alla fine del 2010, poi seguito AT & T alla fine del 2011, e Sprint iniziò ad usarlo a metà del 2012.

Modders: coloro che creano le mods.

Modding: termine che si riferisce a tutte quelle operazioni non ufficiali atte a modificare il software originale di un dispositivo, come ad esempio installazione di rom cucinate, applicazione mods, modifiche file di sistema ecc…

Mods: pacchetto che apporta modifiche ad alcune parti del sistema, aggiungendo ad esempio alcune funzioni o variandone la grafica. In genere si installano tramite una Custom recovery.

MWC (Mobile World Congress): Una fiera di settore del wireless europeo, che si tiene solitamente a Barcellona, ​​in Spagna.

Nandroid: Non è altro che un backup completo del proprio device, impostazioni, app, tutto, in pratica viene creata una immagine dell’intero sistema operativo, tipo norton gost e true image per windows. così al ripristino di tale backup il telefono sarà esattamente come era al momento della creazione di tale backup e si fa da recovery.

Nexus: Serie di dispositivi progettati e venduti da Google ma realizzati da altri produttori (ASUS, HTC, Samsung e LG).

NFC (near-field communication): Comunicazione a corto raggio tra il telefono e qualche altra cosa – un altro telefono cellulare, un registratore di cassa, ecc. Utilizzato da alcune carte di credito come metodo di pagamento rapido.

O.C: L’overclock o OC è una pratica molto diffusa in quasi tutti i dispositivi Android usciti fino ad oggi e permette tramite l’utilizzo di kernel modificati di aumentare il limite della cpu ad un valore superiore a quello permesso dal normale ed originale kernel presente nel vostro dispositivo.

ODEX: i file .ODEX sono parti del file apk di un’applicazione utilizzati per velocizzare l’avvio del sistema.

Odin: E’ un tool con il quale si installano (flashano) i firmware ufficiosi Samsung, ed è un’ operazione non riconosciuta come ufficiale per aggiornare il firmaware.

OEM (Original Equipment Manufacturer): Di solito una società che produce un componente o un intero dispositivo per un’altra società. (Esempio: HTC è stato l’OEM per il Google Nexus One.)

Open GL: Un’ aperta libreria grafica 3D utilizzata in molti dispositivi, compresi i dispositivi Android.

Open Handset Alliance (OHA): accordo tra diverse compagnie: Google, Asus, HTC, Intel, Motorola, Qualcomm, T-Mobile, NVidia, creato allo scopo di creare standard “open” disponibili per tutti.

Open Source: Software che viene generosamente concesso in licenza libera, così da poter cambiare e migliorare il suo design attraverso la disponibilità del suo codice sorgente aperto.

OTA (Stands per Over the Air): L’atto di spostare i dati al telefono, di solito utilizzato per aggiornare il sistema operativo senza la necessità di collegarlo ad un PC. La maggior parte degli aggiornamenti di sistema Android sono OTA, come lo sono i download di applicazioni.

Partizione: suddivisione di un dispositivo di memorizzazione in più parti, riconosciute dal sistema come dispositvi differenti. Il tipo di partizione dipende dal sistema operativo e dall’uso a cui sono destinati.

PC Companion: Programma marchiato Sony per gestire i propri dispositivi mobili.

PenTile: Uno schema di disposizione dei subpixel, brevettata da Samsung, che permette una maggiore luminanza ad un assorbimento di potenza inferiore. RGBG PenTile usa alternando pixel verdi e ha una definizione maggiore rispetto RGBW, che aggiunge un subpixel bianco. Il Galaxy Nexus e Nexus One utilizzano una matrice PenTile RGBG stile, e il Motorola Atrix 4G e RAZR utilizzano la matrice RGBW.

PIN (Acronimo di Personal Identification Number): E’ insieme di numeri che servono a proteggere determinate informazioni o attività. Spesso quattro cifre.

Ppi (Pixel per Inch) Pixel per pollice: misura della densità di pixel.

Pixel: Un puntino individuale sul display. E’ Anche un modo per misurare la risoluzione di una telecamera (di solito in milioni di pixel). I Pixel di solito sono costituiti da sub-pixel. La disposizione di questi sub-pixel influenza il tuo modo di vedere le immagini e testo.

Profilo A2DP: Il profilo Advanced Audio Distribution (Distribuzione audio avanzata) è una tecnologia che si occupa di gestire il trasferimento audio ad elevata qualità tra due disposivi (trasmettore e ricevente) bluetooth.

Pull: comando usato nel prompt dei comandi per copiare sul pc un file o una cartella presente nel sistema Android (es. adb pull /percorso/allInterno/di/android/nome_file nome_file_destinazione).

Push (pushare, pushato): comando usato nel prompt dei comandi (es. adb push nomeapp.apk /system/app/) per installare applicazioni o immettere file nelle cartelle di sistema tramite ADB, quindi installare-immettere, installato-immesso.

qHD: Risoluzione corrispondente a 960 x 540 pixel.

Porting: Procedure di adattamento di un software nato per versioni o piattaforme diverse da quelle per cui è stato sviluppato/creato.

PPI: Pixel per pollice.

Project Butter (Progetto Burro): E’ un miglioramento software introdotto in Android 4.1 per migliorare la scorrevolezza delle transizioni a video e animazioni. Il Progetto Burro usa trucchi software come sincronizzazione verticale (vsync) e triple buffering per rendere liscia e fluida tutta l’interfaccia utente.

Quad HD o 4k : risoluzione corrispondente a 4 volte Full HD quindi 3840×2160 pixel.

QR code: Un codice a barre in bianco e nero che, se analizzato da telefono cellulare è in grado di aprire un collegamento web, scegliere un’applicazione nel mercato, ecc

Radio o banda o baseband (non la radio FM): il software atto a gestire tutte le comunicazioni del dispositivo (telefono, wifi, bluetooth, gps ecc…)

Recovery: una specie di mini sistema operativo che serve per recuperare il cell da situazioni critiche (brick, malfunzionamenti ecc….), fare backup con NANDROID,effettuare i wipe, flashare rom coocked e file in formato .zip. Il Recovery viene propriamente chiamato Recovery Mode e si intende la modalità di recupero in cui si possono compiere azioni come, installare aggiornamenti, formattare il telefono, formattare e partizionare la SD e altro. Aggiornando il recovery.img (che si può fare anche senza il root) con uno diverso e modificato potremo avere a disposizioni funzioni avanzate, senza dover fare altri passaggi.

RSS: RSS (Really Simple Syndication – corporazione semplice) indica un protocollo Internet utilizzato per distribuire informazioni che vengono aggiornate di frequente, ad esempio un blog in Internet, trasmissioni audio o video o i titoli delle ultime notizie.

ROM: Letteralmente, “Read Only Memory”. In Android, non è altro che il sistema operativo. Esistono le cosidette “ROM personalizzate” quali ad esempio la conosciuta Cyanogenmod e Miui.. ma ve ne sono davvero tante altre..

Rom coocked: rom cucinate, create da cuochi (coloro che mettono insieme parti di rom applicazioni, modifiche, patch e quant’altro) composte e arricchite con nuove features

Root: o avere i permessi di ROOT, vuol dire avere accesso completo a tutto il sistema. Servono per poter utilizzare i programmi che richiedono tali permessi, come quello per il backup totale del telefono, alle volte sono anche richiesti per poter montare firmware non originali e modificati, le cosìdette rom cooked (rom cucinate), ti permettono di modificare file all’interno del sistema….che senza tali permessi sarebbe inaccessibile.. Insomma con il root abbiamo pieno potere del nostro smartphone..

Scheda SD (o microSD card): Una piccola scheda di plastica che espande la memoria di archiviazione disponibile sul telefono.

Scheduler: E’ l’algoritmo che, dato un insieme di richieste di accesso ad una risorsa, stabilisce un ordinamento temporale per l’esecuzione di tali richieste, privilegiando quelle che rispettano determinati criteri in modo da ottimizzare l’accesso a tale risorsa.

SDK (Software Development Kit): In generale, un insieme di strumenti utilizzati per creare software per determinate linee guida seguenti piattaforme fornite nel kit. Per Android, l’SDK fornisce strumenti per creare applicazioni che girano su dispositivi Android.

Sensore G: Il sensore G rileva la posizione ed il movimento del proprio dispositivo. Esso aiuta ad orientare il display in modo che la vista sia verticale o orizzontale, in funzione di come si tiene il dispositivo. Il sensore G può essere utilizzato nei giochi per controllare le azioni ed altre applicazioni che richiedono un movimento per poter essere attivate.

SDK (software development kit): kit di sviluppo del software, dove all’interno troviamo la cartella tools che contiene il file ADB. lo potete scaricare da  per tutte le piattaforme (Windows, Linux, Mac OS).

S.O. (sistema operativo): vedi ROM. Di fatto ROM ed SO tendono a coincidere ma mentre il primo termine viene usato per indicare il contenuto di una qualsiasi memoria o la memoria stessa (sta infatti per Read Only Memory), il secondo indica invece più specificamente una ben precisa parte di software e non qualsiasi contenuto che una memoria può ospitare.

SIM: La piccola scheda utilizzata nei vari telefon che collega il telefono alla rete.

SOD (Sleep Of Death): Letteralmente “Sonno della Morte.. ciò accade quando lo schermo del telefono non riesce a riprendersi dallo standby, non si riaccende più. Durante il SOD è anche possibile voi riceviate messaggi e chiamate.. ma non riuscirete a risvegliare il vostro telefono dallo standby e ad interagire con esso. unica soluzione per farlo riprendere dal SOD è quella di tenere premuto il tasto Accensione per 10 secondi o togliere la batteria e riavviare il telefono.

Stock Rom: Con questo termine ci si riferisce alla rom/firmware originale, quella rilasciata dalla casa madre, quindi priva di modifiche.

Streaming: Il termine streaming indica la trasmissione di contenuti audio o video digitali utilizzando Internet.

Superboot: metodo per diventare superuser (amministratore-root) del vostro smartphone, grazie alla quale è possibile apportare modifiche al sistema, quali flashare rom, modificare cartelle di sistema ecc…

Soft reset: L’atto di riavviare il telefono, intenzionalmente o meno. Stesso effetto di quando si rimuovere e sostituire la batteria.

Super AMOLED: una generazione avanti di display AMOLED. Più leggero, più potenza efficiente e meno riflettente rispetto all’ AMOLED.

Super AMOLED Plus: In pratica uno schermo AMOLED, ma anziché otto subpixel per pixel, vi sono 12. Abbastanza impressionante come display.

SUS (ex SEUS): Tool ufficiale di Sony utilizzato per aggiornare i suoi devices in modo ufficiale nel caso PC Companion non dovesse funzionare

Swap: praticamente è una parte della memoria fisica (hard disk, SD o memoria interna) che viene utilizzata come se fosse memoria RAM.

Swype: far scorrere il dito sullo schermo touch.

Tablet : tablet è un dispositivo che si differenzia da uno smartphone per la dimensione dello schermo (di solito maggiore dei 5″) e per la sua spiccata propensione alla navigazione ed alla gestione dei documenti. Infatti di norma non integrano un modulo telefonico per le chiamate (una eccezione è il Galaxy Tab) ma dispongono spesso di una connessione dati tramite 3G o 4G oltre che al WIFI. Google ha sviluppato una versione apposita di Android, chiamata HoneyComb (3.X) in uscita nel 2011. Nonostante ciò esistono Tablet con Froyo.

Tap(tappare, tappato): equivalente del click sinistro su pc, quindi clickare, clickato. TAP PROLUNGATO = equivalente al click destro su pc

Tethering: L’atto di usare i dati dello smartphone per fornire l’accesso a Internet a un altro dispositivo, ad esempio un computer portatile. Può essere fatto in modalità wireless, oppure tramite un cavo USB.

TouchWiz: Interfaccia utente personalizzata di Samsung. Nato da Windows Mobile e fatto molto meglio con la linea Galaxy S.

USB (Universal Serial Bus): È un metodo di collegamento dei dispositivi con un computer. La Maggior parte degli smartphone ora usano cavi microUSB per la ricarica e la sincronizzazione.

Update: Aggiornamento

Upgrade: Aggiornare alla versione succesiva

UA (User Agent): è una impostazione per settare la modalità di visualizzazione dei browser (desktop, Android, iPhone), serve per impostare se visualizzare le pagine web in modalità mobile (quindi più leggere e fluide ma con visualizzazione molto meno dettagliata) o in versione desktop (quindi le pagine complete come le visualizziamo sul pc).

UI (User Interface): Interfaccia Utente, è praticamente l’interfaccia da cui si ha accesso alle varie funzioni, applicazioni, impostazioni del device e comprende quindi la home e i vari menù. Può essere personalizzata tramite i vari Launcher disponibili o fruibile nella versione originale (o personalizzata dalle varie case produttrici).

Unlock: Operazione di sblocco del terminale quando questo è legato ad un solo operatore. Operazione che permette lo sblocco del terminale e l’utilizzo di altre SIM.

Update: Aggiornamento

Upgrade: letteralmente potenziamento, estensione, miglioramento. Spesso si intende come aggiornamento

U.V: L’undervolt (o UV) è una procedura che consiste nell’abbassare il voltaggio di un componente elettrico. In questo caso andremmo a ridurre il voltaggio della CPU con il conseguente aumento della durata della batteria.

VGA: Il VGA (Video Graphics Array) indica una risoluzione del display pari a 640 x 480 pixel.

WCDMA: Il WCDMA (Wideband Code Division Multiple Access) è un protocollo per la trasmissione di dati in una rete cellulare 3G.

Widget: Una speciale parte grafica dell’applicazione che può essere posizionato su uno delle schermate del telefono, ciò per avere un accesso rapido e facile all’applicazione o ad una determinata funzione.

Wipe DATA (factory reset): hard reset (riportare il telefono alle impostazioni di fabbrica, cancella tutti i dati e le applicazioni presenti sul telefono, non sulla memory card). in alcune recovery il wipe del data format factory, non è un hard reset completo, ma un reset di tutti dati contenuti nel telefono, per un hard reset completo si dovrebbe fare anche il wipe del system e boot dalle impostazioni avanzate delle recovery o procedere con la procedura manuale di sequenza di tasti! per sapere come fare l’hard reset tramite combinazione di tasti consultare le guide presenti nelle rispettive sezioni del vostro smartphone.

Wipe CACHE PARTITION: Operazione che cancella i dati dei programmi e ripulisce la rispettiva Cache.

Wipe DALVIK CACHE: reset della cache di sistema. si effettua tramite recovery modificata.

WVGA: Il WVGA (Wide Video Graphics Array) indica una risoluzione del display pari a 480 x 800 pixel.

z4root: Un app che permette facilmente di fare il Root su un certo numero di telefoni Android.

ZIPALIGN: forma di compressione che serve per velocizzare l’esecuzione delle applicazioni. zipalign scompatta il file apk comprime e allinea il file a 4byte di limite cosi’ android occupa meno ram per leggerlo e lo legge piu’ velocemente e poi ricrea il file .apk.