Maniaci di allenamenti e dati? Provate Runalyze

  • ilsalgo 

Al giorno d’oggi praticamente tutti i runner e biker utilizzano sistemi che consentono di monitorare le proprie prestazioni, da orologi a fasce cardio a computer veri e propri, tutto si riduce ad un cumulo di dati che vengono poi elaborati delle varie piattaforme per fornire statistiche e risultati. Tra queste piattaforme, c’è anche Runalyze, un servizio che già nella sua versione free offre svariate opportunità di valutazione della prestazione, decisamente sopra alla media.

Ma cosa ha in più Runalyze rispetto ai servizi ufficiali e magari più blasanoti? Indubbiamente la personalizzazione dei dati e i report divisi per anni, mesi, settimane che consentono di tenere monitorate tutte le nostre attività con solo colpo d’occhio ma c’è di più, infatti offre alcune chicche estranee ad altri servizi.

Tra tutte spicca il calcolo del Vo2Max, dato estrapolato dalle prestazioni registrate, con il grandissimo vantaggio di poter escludere alcune uscite che potrebbero falsare il dato. Se ad esempio praticate del trail running, potreste avere delle corse con profili altimetri importanti che possono produrre un valore di Vo2Max sballato rispetto agli standard, in questo caso basterà semplicemnte selezionare la corsa relativa ed escluderla dal calcolo con semplice click.

Ogni attivtà inserita può essere personalizzata fin nei minimi dettagli, dal tipo esercizio eseguito in un determinato “lap”, al tipo di abbigliamento (maglietta, pantaloncini, scarpe…) e se vi preoccupa dover caricare i dati su un’ulteriore piattaforma, tranquilli, Runalye può recuperare autonomamente i dati degli allenamenti dai servizi più noti quali: Garmin Connect, Polar, Suunto, Dechatlon…

Insomma Runalyze offre veramente tanto ed è perfetto per tutti quei malati di statistiche come il sottoscritto, provare per credere.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *